Auto Ecologiche Plug-in Metano Gpl Etanolo Idrogeno Fuel Cell Ibride Elettriche

Dopo quello che ho letto e che vi sto per raccontare, devo dire che sono rimasto molto sorpreso. Se si contano le auto ecologiche, che sarebbero, auto elettriche, ibride, ibride plug-in, fuel cell a idrogeno, a metano, a GPL o a etanolo E85, l’Italia è la prima in Europa, per numero di auto ecologiche in percentuale al totale di auto circolanti, con ben il 24,1%. Le auto ecologiche sarebbero ben 230.010, e le auto ecologiche più diffuse sono le auto Gpl e auto a metano. I Paesi europei con il maggior incremento di auto ecologiche sono Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, sono il 21,2%. La Norvegia, guida la classifica per introduzione di auto ecologiche, ben il 52% delle auto nuove è un auto ecologica, e la Norvegia guida anche la classifica per auto elettriche. L’italia è seconda, on una percentuale di 11,6%. L’italia però risulta essere il primo continente se si contano solo auto alimentate a Gpl e Metano con l’8,2%. Nel marcato europeo, la fanno da padrone le auto ibride, ben 51,6%, ecco perchè forse tutte le case automobilistiche si stanno muovendo per inserire nel proprio listino auto ibride, perchè altrimenti potrebbero essere tagliate fuori dal marcato. Le auto elettriche, sono il 48,8%, le auto ibride plug-in sono il 33,5%. Metano e Gpl, sono il 16,2%.
Qui sotto riporto le varie classifiche.

Auto ecologiche vendute:
1. Italia – 230.010
2. Regno Unito – 119.821
3. Germania – 117.989
4. Francia – 108.318
5. Norvegia – 82.853

Auto Elettriche
1. Norvegia – 62.313
2. Germania – 54.617
3. Regno Unito – 47.298
4. Francia – 36.835
5. Svezia – 19.678
…….
11. Italia – 4.827

Auto Ibride
1. Regno Unito – 72.523
2. Francia – 69.680
3. Italia – 63.398
4. Spagna – 55.522
5. Germania – 55.236

Auto Metano e Gpl
1. Italia – 161.785
2. Polonia – 10.051
3. Germania – 8.136
4. Svezia – 4.923
5. Spagna – 4.918

Annunci

MINI Countryman S E All4 Ibrida Plug-in

MINI Countryman S E All4. Questa Mini sarà Ibrida Plug-in, avrà 224 CV e dichiarano un consumo di 43km/l ed oltre. Esteticamente è uguale alle altre Mini Countryman, se non per alcuni piccoli dettagli. Le grosse differenze si trovano nella meccanica. Le batterie sono posizionate sotto il pavimento del Baule e il motore elettrico che trasmette la potenza alle ruote posteriori. I cavalli del motore elettrico sono 88 CV che vanno a sommarsi ai 136 CV del motore termico. Questa Countryman, potrà viaggiare in tre modalità di trazione, anteriore se lavora il motore termico, posteriore se sarà il motore elettrico a spingere, e integrale in caso di pattinamenti. La Mini ha dichiarato un autonomia in solo elettrico di 43 km, che sicuramente variano se si usa il climatizzatore. Grazie a questi 43 km, la mini dichiara un consumo medio di 2,3 km/l. La Mini sarà dotata di una modalità di guida Save Battery, che farà intervenire il motore elettrico, specialmente in quei tratti di strada dove sarà più conveniente usare l’elettrico, come ad esempio il centro città. In caso si schiaccia maggiormente il pedale dell’acceleratore l’alimentazione passerà da elettrico a termico. Il termico, garantirà comunque il proseguimento del viaggio anche nel caso in cui le batterie siano scariche. Le batterie di questa Plug-in, sono più piccole delle auto elettriche, per cui basteranno circa 3 ore o poco più, per la carica completa, per l’impianto di casa

Boom Immatricolazioni Motorizzazioni Alternative

Boom Immatricolazioni Motorizzazioni Alternative. Secondo quanto riporta l’ACEA, l’associazione europea dei costruttori, sembra proprio che il 2017, è l’anno delle immatricolazioni di auto con motorizzazioni alternative al tradizionale benzina o diesel. Nell’area dell’unione europea, sono state immatricolate nei primi 4 mesi dell’anno, 212.945 auto con motorizzazioni alternative, con un balzo di 37,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Da segnalare un balzo del 49% in più delle auto elettriche. Le Ibride Plug-in hanno fatto segnalare un più 13 %. Le ibride sono salite del 61,2% con ben 111.006 immatricolazioni. Le auto bifuel  a Gpl e Metano tornano a salire con un incremento del 10,4%. Purtroppo come Italia, siamo il paese che fa segnalare il minor aumento di auto a motorizzazioni alternative, soltanto un più 17,2 %, meglio di noi fa la Francia 24,8%, Regno Unito 29,9%, Germania 67,5%, Spagna 87%

BMW 530e iPerformance Plug-in Elettrica

BMW 530e iPerformance. Bmw 530 diventa plug-in ed è ordinabile in italia al prezzo di partenza di 57.850 euro. Non molto diversa dalla Bmw 530 tradizionale. La versone iPerformance perde parte del bagagliaio a favore delle batterie, e le performance dichiarate, valgono se si percorre tratti con molto traffico o se non si supera i 100 km. Si può guidare in modalità elettrica EV, consigliabile fino alla velocità di 90 km/h, ma si può arrivare fino ai 140 km/h, chiaramente più è alta la velocità, maggiore è la velocità di esaurimento della carica. In modalità ibrida, è tutto gestito dalla centralina, e il sistema preserva la carica, in vista di un impiego urbano dell’auto. Dal 2018, Bmw metterà a disposizione dei propri clienti, un sistema di carica ad induzione appositamente progettato in collaborazione con Daimler e insieme ad alcuni fornitori. Ancora non si conoscono i prezzi di questo sistema, ma si sta cercando di trasformarlo in una standard, che ne faciliterebbe la diffusione. Per utilizzare il sistema si deve parcheggiare sull’apposita piastra per il rifornimento, e questo tipo di ricarica necessiterà di qualche minuto in più per la carica completa, ma la comodità sarà molto superiore

World Green Car 2017 – Toyota Prius Plug-in Hybrid la Vincitrice

World Green Car 2017. La vincitrice è la Toyota Prius Plug-in Hybrid. Il premio è stato consegnato al Salone Internazionale dell’Auto di New York, ed è la conferma dell’impegno di Toyota nel costruire macchine affidabili e che inquinano sempre di meno, infatti questa è una conferma, in quanto Toyota aveva vinto il premio anche nel 2016 con la Toyota Mirai ad Idrogeno. Le vetture in concorso erano ben 12 e sono state giudicate da 75 giornalisti del settore, provenienti da 23 paesi. La Prius è stata premiata per la sua virtuosità nei consumi ed emissioni, oltre per la tecnologia messa in campo da parte di Toyota. La nuova Toyota Prius Plug-in Hybrid, viene presentata 10 anni dopo il lancio della tecnologia Plug-in, è dotata di un sistema duale generatore motore, ha il primo sistema al mondo di pompa di calore a gas, sul tetto è dotata di pannelli solari. Toyota ha l’ambizioso obiettivo di ridurre del 90% le emissioni di CO2 dei propri veicoli rispetto al 2010. Quindi l’impegno di Toyota per raggiungere questo obiettivo sarà massimo. La Toyota Prius Plug-in Hybrid, è un passo avanti per cercare di centrare l’obiettivo, in quanto è in grado di percorre 50 km in modalità EV con 0 emissioni e una velocità massima di 135 km/h, riducendo così il consumo di benzina per l/100km ed emettere soltanto 22g/km. Sarà disponibile in italia dal prossimo Giugno. Toyota ha sempre avuto ottimi risultati in italia, i maggior risultati li hanno sempre avuti con la vendita di auto Full Hybrid, che rappresentano il 45 delle proprie auto vendute in italia

Volkswagen Phideon GTE Hybrid Plug-in

Volkswagen Phideon GTE. Volkswagen Phideon GTE è stata presentata al Salone dell’automobile di Shangai in versione hybrid plug-in. Questa versione sarà dedicata al mericato Cinese, sarà in grado di percorrere fino a 50 km in modalità EV elettrica, avrà un autonomia dichiarata complessiva di 850 km. Utilizzerà lo stesso sistema ibrido  della A6 L E-Tron, berlina venduta solo in Cina. Il motore termico è il benzina 2.0 TFSI.

Jeep Yuntu Suv Concept Car Ibrida Plug-in

Jeep Yuntu Concept. Jeep ha presentato al Salone di Shanghai, un concept ibrido plug-in. Questo modello Jeep, lo vuole lanciare nella Repubblica del Dragone nei prossimi anni, e punta tutto su questo SUV concept da 7 posti. Con molta probabilità verrà usato il V6 Pentastar a ciclo Atkinson, della Chrysler Pacifica Hybrid dotato anche di due motori elettrici e batterie agli ioni di litio.

Kia Niro Plug-in Hybrid

Kia Niro Plug-in Hybrid. Al recente Salone di Ginevra, la Kia, ha presentato la Niro Plug-in Hybrid. La Niro Plug-in è in grado di percorrere fino a 55km in modalità elettrica grazie al nuovo motore elettrico potenziato a 60,5 CV, la capacità della batteria passa da 1,56 kWh agli attuali 8,9 kWh. Sarà disponibile dal terzo trimestre del 2017. L’auto ha subito in piccole restyling estetico esterno ed interno, di serie sono presenti i sistemi di sicurezza di assistenza alla guida, Kia Vehicle Stability Management, la frenata automatica d’emergenza, il mantenimento corsia, il cruise control adattivo e il Driver Attention Warning

Concept Car Bentley EXP 12 Speed 6e Ibrida Plug-in

Bentley EXP 12 Speed 6e. Ecco la Concept Car Bentley, presentata al Salone di Ginevra. E’ una biposto sportiva di lusso, verrà prodotta dal 2018, questa auto di lusso plug-in. Non si conoscono ancora le caratteristiche dei motori che muoveranno questa auto, ma Bentley garantisce che sarà in grado di dare delle ottime prestazioni di guida con una autonomia di 450 km.

Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid Plug-in

Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid. Sarà presentata al salone di Ginevra, che si terrà dal 9 al 19 Marzo. La Nuova Panamera sarà dotata delle migliori tecnologie, sarà turbo, ma sarà allo stesso tempo anche Hybrid. Sarà equipaggiata da un motore 4.0 V8 turbocompresso da 550 CV e da un motore elettrico da 136 CV per raggiungere una potenza massima di 680 CV e 850 Nm, cambio automatico doppia frizione PDK a 8 marce, trazione integrale, velocità massima di 310 km/h. La Panamera è dotata di una batteria agli ioni di litio con la potenza di 14,1 kWh, può essere ricaricata in 6 ore da una presa domestica da 230 volt e 10 ampere. La Panamera può essere guidata in due modalità, modalità E-Power, solo elettrico, ecologico e rispettoso dell’ambiente e allo stesso tempo silenzioso, si riesce a percorrere fino a 50 km, e non appena si schiaccia sull’acceleratore o la batteria scende sotto il limite di carica, si passa automaticamente ala guida Hybrid

Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in

Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in. Arriva la versione Plug-in della macchina di punta per quanto riguarda la gamma Toyota Ibrida.Grazie al Plug-in questo modello di Toyota, riesce ad avere un’autonomia maggiore in modalità esclusivamente elettrica e si ricarica dalla presa elettrica di casa propria. La Toyota dichiara che la Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in è in grado di fare fino a 50 km in modalità elettrico, e di raggiungere una velocità massima di 135km/h durante la guida soltanto in EV. La nuova Prius Plug-in è dotata di ben due motori elettrici, uno ricarica le batterie e aiuta in accelerazione. Questo grosso passo avanti,, è stato fatto dal miglioramento del pacco batteria, più potente, e grazie alla miglior efficienza dei motori elettrici. La nuova Prius, implementa la tecnologia PHV, in grado di riscaldare la batteria, specialmente nei mesi rigiri invernali, riduce così l’utilizzo del motore termico anche a freddo e nelle accelerazioni più repentine, e grazie a questo nuova tecnologia la Toyota ha potuto installare sulla Prius un climatizzatore con pompa di calore a iniezione di gas. La Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in sarà in vendita da Giugno 2017 ad un prezzo indicativo di 40.000 euro