Verona si allea con Volkswagen per riuscire a diventare la città italiana con più colonnine per la ricarica veloce

Verona è sempre stata una città con un altissimo interesse turistico e per rimanere al passo con i tempi e con la mobilità futura, si allea con Volkswagen per diventare la città italiana con più colonnine per la ricarica veloce. Electrify Verona è il nome del progetto, nato in accordo tra comune di Verona, Volkswagen e AGSM, con il quale in comune si impegna a realizzazione colonnine di ricarica veloci per le attuali e future auto elettriche che circoleranno nella città, oltre a questo ai possessori di auto elettriche sarà concesso di accedere liberamente alla zona ZTL, parcheggi gratuiti, e per i residenti che acquisteranno un auto elettrica tra settembre 2018 a dicembre 2019, sarà installato gratuitamente per un anno di un Wall Box per la ricarica domestica. L’ambizioso progetto ha lo scopo di installare 100 punti di ricarica veloci in città, che renderà Verona, la città italiana con maggior colonnine di ricarica per abitante

Annunci

E.ON e Clever Autostrada per Macchine Elettriche

E.ON e Clever. Dopo il progetto Ionity, anche E.on e Clever, mettono in campo il loro progetto. Realizzare un autostrada virtuale per macchine elettriche, che collega la Norvegia all’Italia, interesserà ben 7 Paesi, europei, comprese Germania, Francia, Gran Bretagna, Danimarca e Svezia. Il progetto prevede l’installazione di 180 colonnine a ricarica rapida, il progetto vedrà la luce nel 2020 con l’installazione delle prime stazioni a ricarica rapida. Le prima installazione saranno in Germania e Danimarca, le colonnine saranno installate ogni 140 km l’una dall’altra e saranno a ricarica ultra rapida. Il progetto è quasi interamente finanziato dalla Comunità Europea

Progetto IONITY Rete di Colonnine per Auto Elettriche

Progetto IONITY.  BMW, Daimler, Ford e il Gruppo Volkswagen hanno deciso di investire in Europa, creando il progetto IONITY, creeranno una rete di colonnine per la ricarica rapida di auto elettriche. Entro il 2020, saranno installate in europa, 400 stazioni di ricarica rapida, lungo le principali strade tra Austria e Norvegia. Le colonnine Ionity avranno un capacità di carica di 350 kW per punto di ricarica.

Shell Distributori Colonnine Elettriche

Shell e ricarica elettrica. si avete sentito bene, la Shell sta cercando di anticipare i tempi, fornendo i propri distributori di colonnine di ricarica elettrica. La Shell ha varato il proprio piano industriale dei prossimi anni, e si è imposta il progetto ambizioso di riuscire a ricavare entro il 2025, il 20% dei propri profitti grazie alla vendita di energie alternative, quali biocarburanti, idrogeno, gas naturale ed elettricità. Il progetto prevede di installare almeno una colonnina di ricarica in ogni distributore della Shell, e considerando che la Shell possiede 43.000 distributori, dislocati in 80 paesi, il progetto è molto ambizioso. I primi paesi interessati dal massiccio intervento saranno l’Europa e la California, questo perchè sono i primi paesi che stanno investendo molte risorse per l’inserimento di auto elettriche. Shell è la prima compagnia petrolifera che sta puntando molto sulla distribuzione di energia elettrica grazie alle colonnine che installerà, e sicuramente le altre compagnie la seguiranno in questo suo aggiornamento della rete vendita

Ricarica Wireless Auto Elettriche in Autostrada – Charge While Driving

Ricarica wireless in autostrada. Si avete proprio capito bene, in un futuro prossimo potrebbe essere possibile, ricaricare la propria auto elettrica, percorrendo l’autostrada. Uno dei limiti maggiori per la diffusione di auto elettriche, potrebbe avere gli anni contanti, perchè questo limite starebbe per cadere. Il prototipo di questo progetto, è stato realizzato dal Politecnico di Torino, POLITO Charge While Driving, grazie al quale le autostrade che si doteranno di questo sistemi, vi permetteranno di ricaricare la vostra auto elettrica. Questo progetto potrebbe permettere di ridurre le dimensioni delle batterie necessarie a bordo delle auto. Il progetto sta per essere testato nel circuito di prova di Susa (TO) presso il centro Guida Sicura MotorOasi Piemonte. Il progetto è stato realizzato ad un team di giovani ingegneri del gruppo di Ingegneria Elettrica del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino con i professori, Professor Paolo Guglielmi e dal Professor Fabio Freschi e composta dai giovani ricercatori Vincenzo Cirimele, Michela Diana, Riccardo Ruffo, Alessandro La Ganga e Mojtaba Khalilian. La tecnologia utilizzata si chiama inductive power trasfer, che permette di ricaricare le batterie senza la necessità di un contatto, ma in wireless, e questa tecnologia non interessa soltanto al settore delle auto, ma anche ad altri settori, uno per esempio quello degli smartphone. Il Sistema IPT, è formato da due bobine, la bobina fissa è posta al di sotto del manto stradale detta trasmettitore, la bobina installata a bordo del veicolo è chiamata ricevitore

Parcheggio da record per auto elettriche

Aprirà in Finlandia il parcheggio da record dedicato alle auto elettriche.  Le colonnine saranno disposte di vario voltaggio, saranno prenotabili in anticipo. La Norvegia ha preso in anticipo una decisione molto dura e un progetto alquanto ambizioso, che per legge metterà al bando la vendita di auto a combustibili fossili entro il 2025. La nostra concezione di auto è quella di fermarci al distributori per pochi minuti, fare il pieno, e riprende il nostro viaggio con tanti chilometri di autonomia a disposizione. Chiaramente intraprendere la strada della Norvegia e della Finlandia è una strada molto impegnativa, perchè chiaramente si dovranno mettere a disposizione le colonnine per la ricarica delle varie auto, e il numero delle colonnine deve essere pari e uguale ai posti auto, perchè l’auto elettrica non dispone di autonomia infinita, e il problema principale sono i tempi di ricarica. Per poter intraprendere questa strada la Norvegia ha cercato di raggiungere contemporaneamente due obiettivi, quello di costruire parcheggio pubblici e quello di dotarli di colonnine per la ricarica. Grazie a questo progetto verrà realizzato a Helsinki, il più grande parcheggio per auto elettriche al mondo. Il parcheggio potrà ospitare 250 auto elettriche al coperto. Il parcheggio sarà dotato di diverse tipologie di caricatori e di diverse potenze, proprio per andare incontro alla richiesta dell’utenza che sarà sicuramente varia

Eni Enel Progetto Recharge Plus Colonnine di Ricarica

Recharge Plus. Le auto elettriche in questi ultimi anni, hanno aiutato il mercato dell’auto a risvegliarsi. Permettono di circolare, rispettando le nuove norme in materia di tutela ambientale. Il progetto pilota Recharge Plus, è partito da una stazione di servizio Eni, situata sulla strada di alto scorrimento tra Roma, Pomezia e litorale laziale. Recharge Plus, nato dalla collaborazione tra Eni ed Enel, ha lo scopo di velocizzare la ricarica dei veicolo elettrici. Le nuove colonnine Recharge Plus, permettono di ricaricare fino a 3 veicoli contemporaneamente grazie all’impiego di corrente continua ed alternata. Il progetto mira, se dimostrerà un alto grado di gradimento da parte degli utenti, aprirà le porte alla diffusione sul territorio nazionale di questo nuovo standard per le colonnine di ricarica

Tesla Supercharger 19 Occhiobello Rovigo

Oggi inauguriamo il Supercharger #19 in Italia ad Occhiobello (Rovigo) energizzando la tratta Venezia – Bologna. Proprio oggi Tesla ha inaugurato il Supercharger 19.
Come potete vedere dall’immagine sottostante, Tesla è già molto presente sul territorio europeo, probabilmente ha molto investito e crede molto nella distribuzione delle proprio auto in Europa

teslasupercharger.jpg