Auto Hyundai Nexo Celle di Combustile Idgrogeno

Hyundai Nexo a celle di combustibile. Potrebbe arrivare sul mercato nella seconda metà del 2018, ma la Hyundai non ha ancora specificato in quali mercati verrà distribuita, e nemmeno in quale modalità, se vendita o noleggio. Molto probabilmente in Italia non la vedremo, perchè l’unico distributore pubblico a Idrogeno è a Bolzano. Viene dichiarata dalla casa un’autonomia di 600 km, e secondo gli studi la Hyundai dichiara che nel lungo periodo i costi di gestione sono paragonabili attualmente a quelli di una elettrica, ma grazie alla diffusione delle auto ad idrogeno, i costi potrebbero ridursi ulteriormente. La Hyundai Nexo ha una garanzia di 10 anni o 160.000 km, paragonabili alle auto a combustioni attuali, fino a poco tempo fa, l’auto a idrogeno perdeva la sua efficienza dopo appena 5 anni. Nel tempo si potrebbero ridurre le prestazioni, causate da un’usura delle celle, ma non l’autonomia che dipende dai serbatoi.

Annunci

Auto Hyundai Nexo Elettrica Alimentata ad Idrogeno Fuel Cell

Hyundai Nexo, elettrica ma alimentata ad idrogeno. Hyundai vuole pensare all’ambiente e per fare questo realizzerà 18 modelli da adesso fino al 2025. La prima auto elettrica sarà la Kona, che uscirà questo 2018. Molte auto saranno ibride o elettriche, ma Hyundai punta molto su auto Fuel Cell, elettriche ma alimentate da motori ad idrogeno che produrranno l’energia necessaria, e promettono un’autonomia di quasi 600 km. Questo Concept Crossover ha un motore elettrico da 163 CV. Hanno investito molto sul motore ad idrogeno, riuscendo a ridurlo per dimensioni ed aumentare la sua resa del 10% rispetto all’attuale suo motore ad idrogeno, e grazie alla progettazione da zero di tutta l’auto, sono riusciti a mettere le batterie nel pianale del bagagliaio, aumentando così lo spazio abitabile interno dell’abitacolo. Chiaramente i primi modelli saranno venduti in quei paesi dove è già possibile fare il pieno di idrogeno

Truck Nikola Trasporto Pesante Elettrico

Nikola. Potrebbe segnare veramente il futuro del trasporto su ruota e potrebbe dare veramente una svolta all’inquinamento derivante dai mezzi di trasporto pesanti. Questo motrice, è veramente rivoluzionaria, perchè non è alimentata da motori diesel potentissimi, ma bensi da un motore elettrico alimentato ad idrogeno. Questo camion necessita di 15 minuto pera fare il pieno e promette un’autonomia tra 1200 e 2000 km e una ottima capacità di traino in quanto il motore ha una potenza di 1000 CV. Arriveranno sul mercato nel 2021, oltre al notevole beneficio in quanto ad inquinamento, che potrebbe avere l’ambiente, il beneficio arriva anche alle tasche di chi userà questo camion, perchè sarà meno pesante degli attuali mezzi in circolazione a trazione diesel, addirittura si ipotizza un costo di esercizio pari alla metà, minor manutenzione, notevole efficienza di trazione, pari al 66%, contro gli attuali 40% del diesel. La trazione è distribuita su 4 ruote, l’usura dei freni è ridotta, grazie alla frenata rigenerativa, maggior accelerazione, grazie al motore elettrico, che garantisce la potenza massima fin da subito, quando si schiaccia l’acceleratore, la batteria è alimentata da celle a combustione Fuel Cell. Oltre alla ridotto costo di manutenzione e gestione, si ipotizza che questo mezzo potrà durare il doppio dei normali mezzi di trazione, arrivando a poter percorrere addirittura 1.600.000 km.

Mercedes GLC F-Cell Plug-in Hybrid alimentata a Idrogeno

Mercedes GLC F-Cell. E’ stata presentata al Salone di Francoforte. E’ la nuova Mercedes GLC F-Cell, alimentata a idrogeno. Si tratta di un auto plug-in hybrid, alimentata a idrogeno. Doppia alimentazione idrogeno e elettroni che forniranno l’energia elettrica necessaria per muovere l’auto, avrà un autonomia di 500 km. L’auto è già stata sottoposta a tutti i crash test comuni a tutti gli altri modelli. Il prototipo ha percorso 18.000.000 di chilometri utilizzando 200 tonnellate di idrogeno e immettendo nell’aria, soltanto vapore acqueo

Honda Clarity Auto Elettrica Fuel Cell

Honda Clarity Fuel Cell. Honda ha già iniziato i suoi studi sulle auto fuel cell verso la fine degli anni ottanta. Le auto fuel cell sono auto in grado di ottenere energia elettrica grazie ad una reazione chimica tra l’idrogeno, stoccato nel serbatoio, e l’ossigeno, presente nell’ambiente circostante, lo scarto derivante da questa reazione chimica, è acqua, quindi viene ritenuto un sistema molto ecologico. La linea della Clarity punta innanzitutto all’efficienza aerodinamica, per questo è stata realizzata una piccola carenatura delle ruote posteriori, sono state realizzate anche delle piccole aperture davanti alle ruote posteriori, e le stesse si trovano nel paraurti anteriore, tutto questo per minimizzare le turbolenze derivanti dal rotolamento delle ruote. Le feritoie che si trovano nelle fiancate dell’auto, non hanno una funzione aerodinamica, ma di sicurezza, servono per smaltire l’idrogeno, in caso di fuga dello stesso. La Claritiy dispone di 5 posti auto, è dotata di ben due serbatoi di idrogeno, con idrogeno stoccato a 700 bar, dispone di una batteria agli ioni di litio, e la cella a combustione si trova nel vano motore

Toyota Tir a Idrogeno Fuel Cell Motore Elettrico

Tir a Idrogeno. Toyota scende in campo nel mondo dei Tir e lancia il primo Tir elettrico a fuel cell e serbatoi per l’Idrogeno al posto della cabina. I motori elettrici permettono di avere il massimo della coppia fin da 0 e quindi si rendono molto appetibili per il trasporto pesante con il tir e per il trasporto passeggero con gli autobus. Project Portal è il nome di questo Tir Prototipo Toyota. Project Portal nasce sulla base del Kenworth T660, capace di ospitare motori diesel fino a 600CV, toyota lo ha convertito inserendo 4 serbatoi ad idrogeno ad alta pressione e batterie a ioni di litio. La capacità delle batterie è di soli 6 kWh, il che fa prevedere che le batterie saranno utilizzate per il recupero dell’energia in frenata e per l’energia necessaria nei momenti in cui viene richiesta la massima potenza per le accelerazioni. Ottime sono le prestazioni dichiarate in fare di test, ci sono dubbi invece sull’autonomia, in quanto è stata dichiarata da 150 km a 240 km, ben lontane dalle possibilità attuali di percorrenza di 1200 km con gli attuali diesel, che è l’obiettivo da raggiungere

Toyota Autobus a Idrogeno per Trasporto Pubblico

Autobus a idrogeno. Toyota ha consegnato ieri il primo autobus equipaggiato con celle a combustibile (FC Bus) al Bureau of Transportation del Tokyo Metropolitan Government. Toyota FC Bus, inizierà a percorrere la linea Toei a partire dal mese di marzo insieme ad un secondo autobus la cui consegna è prevista nello stesso mese. Toyota ha intenzione di introdurre oltre 100 unità dell’FC Bus nel’area metropolitana di Tokyo entro la data d’inizio dei Giochi Olimpici e Paralimipici di Tokyo 2020. Il Toyota Fuel Cell System (TFCS)1, sviluppato per l’FCV Mirai, è stato adottato per assicurare una maggiore efficienza energetica rispetto a quella offerta dai motori a combustione interna e per offrire una performance ambientale di gran lunga superiore, azzerando le emissioni di CO2 e qualsiasi composto organico semivolatile. L’autobus monta inoltre un sistema di approvigionamento esterno ad elevata capacità: con una potenza di 9 kW2 e una capacità di 235 kWh3, l’FC bus può essere sfruttato in caso di calamità naturali, ad esempio per evacuare scuole e licei, oppure come alimentatore per fornire elettricità per l’utilizzo domestico.

Auto Toyota Mirai Celle Combustione Idrogeno

La Toyota, si è già mossa in ambito idrogeno, e ha già proposta la sua prima auto ad idrogeno, la Mirai. Dotata di un propulsore da 154 CV, dotata di due serbatoi ad altra pressione, riesce ad avere un autonomia di 480 km. Per riempire i serbatoi sono necessari circa 3 minuti. Dotata di celle a combustione alimentate dall’idrogeno, sfrutta comunque la tecnologia ibrida in quanto è dotata anche di un motore elettrico. Sicuramente l’auto potrebbe interessare a coloro che voglio andare in giro, producendo soltanto vapore acqueo, riducendo quindi a 0 le emissioni prodotte dell’auto mentre sta circolando. L’auto non è sicuramente alla portata di tutti, viene venduta a 66.000 euro + iva, in germania.

Concept Car Pininfarina H2 Idrogeno

Si sta per tenere a Monaco il primo Salone Internazionale dell’Auto aperto all’ecologia, dal 16 al 19 febbraio. La creazione di Pininfarina e Green GT sarà ospitata dallo stand Michelin . Il nome dell’auto, Pininfarina H2. Il motore sprigiona 503 CV e la velocità massima è di 300 km/h, lo 0-100? 3,4 secondi. Per riempire i due serbatoi di idrogeno – in carbonio – bastano 3 minuti. La H2 Speed è spinta da due motori elettrici, ai quali l’energia arriva da un pacco di batterie fuel-cell. Tutta questa tecnologia è fornita dalla già citata GreenGT, specializzata nell’ingegnerizzazione di sistemi di propulsione ecosostenibili e che in tre anni di sperimentazione ha riscontrato un’affidabilità invidiabile. Per poter funzionare, un veicolo a idrogeno necessita di molta aria. La H2 Speed sfrutta l’apertura sopra il tetto per far si che tutta l’aria necessaria arrivi al comprossero che a sua volta – meccanicamente – comprime l’aria e riesce a emettere un sibilo che avvicina la H2 Speed ad un jet