L’Ammoniaca potrebbe diventare il carburante delle auto del futuro L’Australia sta studiando un processo produttivo ecosostenibile

L’ammoniaca potrebbe diventare il carburante del futuro. L’Australia sta cercando di ottimizzare e rendere eco sostenibile l’attuale processo produttivo dell’ammoniaca, perchè sta pensando di utilizzarla per una prossima generazione di auto in grado di utilizzare l’ammoniaca come carburante, e che non produrrebbero la Co2 come gas di scarico di scarto, e quindi non sarebbero inquinanti. Attualmente l’Australia ha un Surplus di energia green, che vorrebbe investire proprio nella produzione di ammoniaca per ben due motivi. Il primo è che l’ammoniaca è fondamentale per la produzione di fertilizzanti, che nel mondo generano una grossa fetta di guadagno, la seconda è che l’ammoniaca potrebbe essere il carburante del futuro, infatti l’ammoniaca può essere portata allo stato liquido molto facilmente, e il suo trasporto è super collaudato dall’industria dei fertilizzanti. Questo aprirebbe una grande spiraglio alle auto ad idrogeno, che potrebbero diventare molto più sicure. L’attuale problema è quello di tenere l’idrogeno allo stato liquido, ha bisogno di una temperatura di -235° e questo genera un grande dispendio di energia per le auto che lo impiegano, mentre l’ammoniaca liquida la troviamo in tutte le nostre case a temperatura ambiente, quindi la potremo paragonare alla benzina che utilizziamo tutti i giorni per le nostre auto. Attualmente la produzione di ammoniaca segue il processo Haber Bosch, grazie al quale si mediante l’impiego del metano e vapore caldissimo si produce l’idrogeno che viene fatto reagire con l’azoto, che si trova facilmente nell’aria, il tutto con altissima pressione. Questo processo però necessita di un grandissimo dispendio di energia e che produce tantissima Co2. Il processo di produzione che in Australia hanno già messo a punto permetterebbe di utilizzare energie rinnovabili, energia dei pannelli solari che in Australia generano il Surpluss di energia, per produrre idrogeno per elettrolisi dall’acqua, poi grazie a una cella a combustibile utilizzata al contrario, combinarla con l’azoto e produrre ammoniaca, soltanto questo processo richiede altrettanto tantissima energia ed è poco redditizio. Speriamo che riescono a rendere il processo più redditizio e forse potrebbero far si che le auto a idrogeno diventano più sicure e più alla portata di tutti, facilitando la loro distribuzione a livello mondiale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...