Nissan BladeGlider

Nissan BladeGlider. Debutterà in europa proprio in queste ore al Goodwood Festival of Speed che si tiene dal 29 giugno al 2 luglio 2017. Definita Supercar Run, sarà in esposizione tra un gara e l’altra, per essere ammirata dal grande pubblico del vecchio continente e sarà circondata dalle più belle e potenti macchine di tutto il mondo che parteciperanno come lei al grande evento. Le caratteristiche della Blade GLider sono carreggiata anteriore più stretta, sistema di anti ribaltamento integrato, dotata di 272 CV, spinta grazie ai due motori elettrici da 130 kW ciascuno, velocità massima di 190 km/h e uno scatto da 0-100 di 5 secondi

Annunci

Perchè Comprare un Auto Ibrida?

Vi state domandando se un auto ibrida è adatta all’uso giornaliero che fate dell’auto. In questo articolo cercherò di darvi alcuni consigli. L’auto ibrida al momento dell’accensione consuma benzina, in quanto deve portare alla temperatura di esercizio, il motore termico, così si chiama il motore tradizionale a benzina nell’auto ibrida. Una volta arrivato in temperatura, il motore termico si può spegnere, come no. Si spegne nel caso in cui la potenza richiesta è minore, quindi si può andare con il motore elettrico, sempre a condizione di avere le batterie cariche. Se non si hanno le batterie cariche il motore termico sta acceso, per far andare la macchina e per generare energia elettrica necessaria per ricaricare le batterie, che sarà utili in quei momenti in cui si andrà in elettrico, e si abbasseranno i consumi. Dalla mia esperienza, posso dire, che in caso al momento della partenza, ho le batterie scariche, riesco in circa 6 km a ricaricarle fino alle 8 tacche, condizione ottimale in cui l’ibrido consuma il meno possibile. Non è difficile guidare un auto ibrida, se adesso state pensando a questo, ma è molto più facile di quanto si pensi, si deve solo accelerare e frenare, in quanto l’auto ibrida è dotata di cambio automatico, quindi non ha nemmeno la frizione, il che rende la guida molto rilassante.

Chi deve compare l’auto ibrida?

  • Coloro che vogliono inquinare meno
  • Coloro che vogliono un auto con minor costo di gestione, minor consumo e minor costo di manutenzione
  • Coloro che vogliono una guida rilassante
  • Coloro che abitualmente fanno almeno 10/20 km per andare a lavorare, ma possono comprarla anche coloro che come me ne fanno meno, perchè ci saranno altre occasioni in cui ottimizzerete i consumi

 

Chi NON deve compare l’auto ibrida?

  • Coloro che vogliono un auto con un accelerazione bruciante da 0 a 100 orari
  • Coloro che vogliono andare in autostrada a 160 km/h
  • Coloro che vogliono un auto rombante e con 300 cavalli sotto il cofano

Storico Consumi Reali alla Pompa Toyota C-hr Hybrid

Consumi Reali. Stamattina ho fatto il pieno. Quindi posso tornare a parlare di consumi da pieno a pieno, consumi quindi reali e non teorici. Come potete vedere ho percorso 852 km dall’ultimo pieno. Sono stati percorsi con 38,25 litri di benzina, con una spesa di 55 euro. 22,27 km/l è la percorrenza generale con questo pieno, quindi ho aumentato la mia media di percorrenza, che era intorno ai 20,6 km/l. Per quanto riguarda i costi di carburante, mi sono serviti 0.065 euro a km. In questo pieno non ho percorso tratti autostradali, questo sicuramente ha influito positivamente sul consumo. Ho sicuramente percorso tratti di superstrada con velocità di 105/110 km/h. I restanti km percorsi, sono centri urbani, extraurbani, e tratti collinari. Purtroppo sui consumi influisce sempre il fatto che in molti occasioni percorro tratti brevissimi, i quali non aiutano. La mia percorrenza ottimale per riempire la batteria, ho notato che sono circa 6 km, dopo avrei un consumo ottimale, ma purtroppo non sempre coincidono con le mie abitudini generali. Soddisfattissimo dell’ibrido, lo ricomprerei domani, sia per i consumi, ma principalmente per il piacere di guida. Facendo un calcolo generale, ho percorso 5134 km totali con 245 litri di benzina. Il che mi da un consumo totale di vita dell’auto, di 21 km/l

Consumi Reali alla Pompa Toyota C-hr Hybrid Superstrada

Consumi Reali. Tratto percorso ieri sera per tornare a casa da Pisa. Due passeggeri in macchina, aria condizionata accesa. Il percorso presentava circa 4 km per uscire da Pisa, altri circa 3 km per arrivare a casa, i restanti 15 sono superstrada percorsa a 105/110 km/h. Non è una delle mie migliori prestazioni, ma sono comunque soddisfatto. L’aria condizionata in questo periodo non aiuta, perchè consuma molta energie elettrica, e quindi la batteria è più scarica, questo porta a farsi che il motore termico sia molto più acceso con conseguente aumento dei consumi.

Batterie a Fogli per Auto Elettriche Batterie Embatt Autonomia 1000 km

Batterie a Fogli. Queste batterie prometto di rivoluzionare l’uso delle auto elettriche. Promettono di abbattere le limitazioni dell’entrata del mercato di auto elettriche. L’azienda tedesca Fraunhofer, ha progettato una batteria dal nome Embatt, che presenta una singolare caratteristica a risma di fogli, in grado di promettere una autonomia di 1000 km con un’unica ricarica. Grazie all’impegno della Fraunhofer, che da ben 3 anni si dedica a questa progettazione, cioè cercare di aumentare la densità energetica dei singoli elementi, ossia la quantità di energia che ogni singolo elemento riesce ad immagazzinare. Per cercare di fare questo si è studio le caratteristiche delle attuali batterie usate per le auto elettriche, e si è capito che il 50% dello spazio è occupato dall’involucro, l’anodo cioè il polo negativo, il catodo terminale positivo e l’elettrolita ossia il fluido che trasporta le particelle cariche. La rivoluzione della batteria Embatt, sta nel fatto di non pensare la batteria come viene fatto fino ad ora, cioè creata tramite l’assemblaggio di tantissime piccole batterie, ma viene pensata come un unica batteria gigante, composta da fogli, ogni foglio è a base di polvere ceramica legata con un polimero. Sarà quindi una batteria allo stato solido. I fogli permetteranno un contatto maggiore e quindi un maggior voltaggio e una minor perdita di spazio. Purtroppo le prime prove su strada di questa batterie inizierà soltanto nel 2020, e ancora si nutrono dei dubbi, sui tempi di ricarica per queste batterie, in assenza di caricatori con alta potenza

Concept Car Tesla 3 Presentazione al Pubblico

Tesla 3. Ecco le prime indiscrezioni su come saranno gli interni della Tesla Model 3. Non sarà presente il pannello degli strumenti, caratteristica principale dei vari modelli Tesla. Scelta obbligata sicuramente per contenere il prezzo del modello, visto che dovrà costa 1/3 rispetto a tutti gli altri modelli, e dovrà essere accessibile ad un più vasto pubblico di utenti. Visto che il pannello degli strumenti, serviva proprio a controllare l’auto in tutte le sue funzione, stavolta viene usata una levetta dietro al volante, scelta vintage, per gestire la modalità di guida dell’auto. Al posto del pannello strumenti, ci sarà uno schermo infotainment centrale, grande come su molti altri modelli in circolazione, dove si potrà vedere la percorrenza a disposizione, la velocità di guida, le funzioni disponibile con lo smart phone, non sarà disponibile il sistema HUD, di proiezione delle informazioni di viaggio sul parabrezza. In quest’auto la presa elettrica per la ricarica è stata posizionata sul lato del fanale posteriore sinistro al quale si accede tramite uno sportellino che si apre ad ali di gabbiano. La Tesla ipotizza di poter finalmente consegnare i primi modelli tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018

Consumi Reali alla Pompa Toyota C-hr Hybrid Strada Extraurbana Percorsi Brevi

Consumi Reali. Percorso di stamani mattina. Appena fatto. Ero l’unico passeggero, sono partito da casa con le batterie quasi scariche. All’andata sullo stesso percorso ho fatto 22km/l. Al ritorno ho ottenuto questo ottimo risultato. Se si fa la media tra andata e ritorno, risulta comunque un ottimo 28km/l. Il tratto presentava circa 2 km di centro urbano con un semaforo, e poi extraurbano. Come vedete da conta km, ho percorso 5000 km in 2 mesi e mezzo. Tra poco vi riporterò il consumo medio con questo pieno e il consumo medio di carburante da quando ho la mia Toyota C-hr. Continuo a dire che è una supermacchina, guida rilassante, ci si diverte sempre, sportiva quanto basta, chiaro non è un auto da accelerazione, ma la soddisfazione principale è la guida rilassante. Continuo a dire che l’ibrido, se non è la macchina del futuro, è sicuramente la macchina del momento, se la provate, dovete comprarla

Storico Consumi Reali alla Pompa Toyota C-hr Hybrid

Guida Ibrida. Io ieri sera ho fatto un test, andata in sport, ritorno in Normal. Stesso tratto di strada, cercando di mantenere le stesse velocità. Test fatto su un percorso di 35 km circa, di cui 25 fatti in superstrada a 100/110. Il restante strada extraurbana, senza particolari rallentamenti. Andata in Sport 22.5 km/l, ritorno in Normal 22.2 km/l, differenza irrisoria. Aria condizionata accesa sia andata che ritorno. Quello che suggerisco a coloro che si affacciano per le prime volte a dover guidare un auto ibrida, è di fare delle prove con le varie modalità di guida. Io sinceramente nella guida della mia Toyota C-hr mi trovo benissimo con la guida in modalità Normal, con lo sterzo più morbido, molto più rilassante, e in base al test di ieri sera, addirittura io riesco a ricaricare meglio le batterie con questa modalità, piuttosto che in sport come molti altri sostenevano. Io ritengo che ognuno ha il suo stile di guida, quindi la cosa migliore da fare quando ci si approccia con un auto ibrida, è di guidare, guidare e guidare. Solo dopo un po di km, si può cercare di trovare il proprio stile di guida, per cercare di ottimizzare i propri consumi. Sicuramente la cosa da imparare subito, è quella di cercare di saper dosare bene l’acceleratore, che è molto più sensibile di un auto tradizionale, al di la di qualsiasi modalità di guida si usa

Trasporto Sotterraneo Hyperloop The Boring Company

Trasporto Sotterraneo. Secondo Elon Musk, capo Tesla, il futuro del trasporto automobilistico, è sotterraneo. Secondo Elon, produrre auto elettriche, risolve soltanto il problema dell’inquinamento delle città, ma non risolve il problema traffico. Grazie ad un suo progetto chiamato Hyperloop, che consentirebbe di percorrere grandi distanze nel sottosuolo. Mentre per i centri urbani è già stato avviato il progetto The Boring Company, sempre con tunnel che verranno realizzati nel sottosuolo delle metropoli, non sarà poi congestionato il sottosuolo?
Il progetto Hyperloop, prevede dei carrelli che si troveranno per strada, si dovrà salirvi sopra con l’auto. Parcheggiare, impostare la destinazione, il carrello scenderà nel sottosuolo tramite un ascensore, e vi poterà comodamente a destinazione tramite un binario elettrico e potrà raggiungere la velocità di 200 km/h.

Guida Autonoma non Piace agli Italiani

Guida Autonoma. Da un recente sondaggio la guida autonoma non piace agli italiani, perchè gli italiani non rinuncerebbero mai al piacere di guida. L’indagine si chiama Auto-Matica. Secondo questo sondaggio ben il 59% non rinuncerebbe al piacere di guida. Il 27% conferma che la guida autonoma potrebbe salvare vite, ridurre consumi e traffico. Il 9% non affiderebbe la propria vita ad un computer. Si prevede comunque che la guida autonoma completamente automatico, sarà disponibile nel 2025 e molti paesi, ancora non hanno rilasciato una normativa che regola l’uso di queste auto, tra cui anche l’Italia

Concept Car Suv Tesla Y

Tesla Y. Sarà prodotta in serie a fine 2019 o inizio 2020, ma già se ne parla. La Model Y sarà un nuovo suv, che andrà ad affiancare sulla gamma il gia presente Model X. Erediterà dalla Model X le portiere posteriori Falcon Doors e le videocamere che funziono da specchietti retrovisori. Non sfrutterà il pianale dell’attuale Model X, ma sarà interamente riprogettato da 0. Non dovremo certo attendere la fine del 2019 per poterla vedere, ma sarà sicuramente presentata al pubblico molti prima, in completa strategia Tesla

Concept Car Fisker Emotion Berlina Sportiva Elettrica

Fisker EMotion. Sarò presentata il prossimo 17 agosto e sarà una berlina sportiva completamente elettrica. Caratteristiche principale, frontale basso e calandra alata, linea aerodinamica da vera berlina sportiva di razza. Avrà un prezzo di circa 116.000 euro. Sarà dotata di batterie al grafene allo stato solido con tecnologia di ricarica ultra rapida. Con una ricarica di appena 9 minuti si potrà percorrere fino a 160 km, con la ricarica completa l’autonomia sale a 640 km. La carrozzeria sarà realizzata principalmente in alluminio e carbonio, tetto fotovoltaico per la ricarica delle batterie ausiliarie che servono per far funzionare il climatizzatore e la strumentazione di bordo, non si sa se saranno di serie su tutti i modelli o soltanto sui top di gamma. L’unica cosa che non è stata confermata è la velocità massima che era stata dichiarata di 260km/h