Toyota Autobus a Idrogeno per Trasporto Pubblico

Autobus a idrogeno. Toyota ha consegnato ieri il primo autobus equipaggiato con celle a combustibile (FC Bus) al Bureau of Transportation del Tokyo Metropolitan Government. Toyota FC Bus, inizierà a percorrere la linea Toei a partire dal mese di marzo insieme ad un secondo autobus la cui consegna è prevista nello stesso mese. Toyota ha intenzione di introdurre oltre 100 unità dell’FC Bus nel’area metropolitana di Tokyo entro la data d’inizio dei Giochi Olimpici e Paralimipici di Tokyo 2020. Il Toyota Fuel Cell System (TFCS)1, sviluppato per l’FCV Mirai, è stato adottato per assicurare una maggiore efficienza energetica rispetto a quella offerta dai motori a combustione interna e per offrire una performance ambientale di gran lunga superiore, azzerando le emissioni di CO2 e qualsiasi composto organico semivolatile. L’autobus monta inoltre un sistema di approvigionamento esterno ad elevata capacità: con una potenza di 9 kW2 e una capacità di 235 kWh3, l’FC bus può essere sfruttato in caso di calamità naturali, ad esempio per evacuare scuole e licei, oppure come alimentatore per fornire elettricità per l’utilizzo domestico.

Annunci

La mia Auto Toyota Order Tracker

La mia Auto. Qualcosa si muove. Finalmente. La mia Toyota C-hr é stata messa in produzione. Mi è stato dato il numero del Order Tracker, il che vuol dire che per lo meno è stato assegnato il numero del telaio. Questo vuol dire che entro un mese sarà sicuramente prodotta e che uscirà dalla fabbrica. Penso che Toyota faccia una programmazione mensile della produzione, perché ad alcune persone l’auto è stata in produzione per un mese, e questo credo proprio che non sia possibile, si e no, l’assemblaggio dell’auto è velocissimo, non è un auto artigianale, dove si può impiegare fino ad una settimana per l’assemblaggio, ma è un auto industriale, con una fabbrica sicuramente tecnologica e costruita di recente. Quando uscirà dalla fabbrica, verrà caricata sulla nave Cargo che la porterà in Italia, impiegando dai 12 ai 15 giorni circa, poi saranno necessari i relativi tempi di sdoganamento, circa un’altra settimana, e poi sarà portata al concessionario.  Essendo ottimisti, nel massimo tempo di due mesi, finalmente l’auto dovrebbe essere mia, e potrò raccontarmi la mia esperienza con la mia auto Ibrida. Continuate a seguirmi, sano molto impaziente, e vi racconterò tutta la verità sui consumi e l’utilizzo di un auto ibrida

Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid Plug-in

Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid. Sarà presentata al salone di Ginevra, che si terrà dal 9 al 19 Marzo. La Nuova Panamera sarà dotata delle migliori tecnologie, sarà turbo, ma sarà allo stesso tempo anche Hybrid. Sarà equipaggiata da un motore 4.0 V8 turbocompresso da 550 CV e da un motore elettrico da 136 CV per raggiungere una potenza massima di 680 CV e 850 Nm, cambio automatico doppia frizione PDK a 8 marce, trazione integrale, velocità massima di 310 km/h. La Panamera è dotata di una batteria agli ioni di litio con la potenza di 14,1 kWh, può essere ricaricata in 6 ore da una presa domestica da 230 volt e 10 ampere. La Panamera può essere guidata in due modalità, modalità E-Power, solo elettrico, ecologico e rispettoso dell’ambiente e allo stesso tempo silenzioso, si riesce a percorrere fino a 50 km, e non appena si schiaccia sull’acceleratore o la batteria scende sotto il limite di carica, si passa automaticamente ala guida Hybrid

Tesla Supercharger 19 Occhiobello Rovigo

Oggi inauguriamo il Supercharger #19 in Italia ad Occhiobello (Rovigo) energizzando la tratta Venezia – Bologna. Proprio oggi Tesla ha inaugurato il Supercharger 19.
Come potete vedere dall’immagine sottostante, Tesla è già molto presente sul territorio europeo, probabilmente ha molto investito e crede molto nella distribuzione delle proprio auto in Europa

teslasupercharger.jpg

Immatricolazione Gennaio 2017 Gpl Metano Benzina Diesel Elettrico Ibrido

Immatricolazione Gennaio 2017. Sembra che gli italiani stanno prendendo a cuore il fatto di poter girare per l’italia in maniera più pulita, comprando auto ibride ed elettriche che inquinano molto meno delle auto tradizionali o delle stesse auto bi-fuell. Sarà anche che il caro benzina influisce su questa scelta? Dal mio punto di vista, molto probabile. Le auto ibride immatricolate  a Gennaio 2017, sono state 4663, 1353 in più rispetto allo stesso periodo del 2016, in crescita di oltre il 40%, le auto elettriche sono state 188, 73 in più rispetto allo stesso periodo del 2016, in crescita di oltre il 63,5%.

Le auto ibride più vendute sono state:
1 Toyota C-HR   1.536
2 Toyota Yaris   1.226
3 Toyota Auris   496
4 Toyota RAV4   432
5 Suzuki Ignis   189

Le auto elettriche più vendute sono state:
1 Renault Zoe   64
2 Citroën C-Zero  47
3 Nissan Leaf   36
4 BMW i3     12
5 Tesla Model X  11

Focus Electric Auto Elettrica

Focus Electric, con più autonomia e fast charge. Ford prova a entrare nel settore delle auto elettrica con la nuova Focus Electric. Dal punto di vista estetico non ci sono grossi cambiamenti rispetto alla Focus tradizionale a benzina. La nuova Focus Electric sarà dotata di un motore elettrico 108 kW,in grado di erogare 145 CV, avrà un autonomia di 225 km, grazie alla batteria che raddoppia la sua capacità. Chiaramente non è un auto con la quale si potranno affrontare lunghi viaggi, ma si potrà tranquillamente spostarsi nel traffico cittadino, e affrontare anche qualche viaggio un po più lungo tra città e città. E una volta giunti a destinazione, visto che la batteria è dotata di un sistema di carica rapida, in circa mezzora, si riesce a caricare la batteria fino al’80% grazie a colonnine idonee. Novità assoluta, l’auto monta un sistema di raffreddamento a liquido che riesce a mantenere la sua efficienza di raffreddamento nel tempo

Concept Car NanoFlowcell Quant 48Volt Plug-in

NanoFlowcell Quant 48Volt è un concept car, progettato da una piccola società con sede in Liechtenstein, la quale dichiara un autonomia sbalorditiva di 1000km, percorrenza sbalorditiva per un auto elettrica. L’auto si muove grazie ad energia elettrica, ma tale energia non è dovuta a una ricarica plug-in, ma la produzione avviene all’interno dell’auto che ho dotata di due serbatoi contenenti elettroliti, che passando attraverso una membrana producono energia elettriche che serve per spingere il motore, questo metodo viene chiamato Flow Cell. L’auto è dotata di 4 ruote motrici e ben 770Cv. L’auto è dotata oltre che da un autonomia notevole, anche da prestazioni da supercar, infatti è in grado di un accelerazione da zero a cento in 2,4 secondi e velocità massima di 300 km/h. L’auto sarà presentata al Salone di Ginevra in programma dal 9 al 19 Marzo

Enel Colonnine di Ricarica per Auto Plug-in

Enel potrebbe dare un impulso significativo per la diffusione delle auto elettriche in Italia. Ha firmato proprio oggi un accordo per lo sviluppo di una rete di colonnine di carica. Purtroppo l’investimento non è ingente e non permetterà un grandissimo sviluppo di tale infrastruttura, ma è pur sempre un passo avanti per la diffusione delle auto plug-in e a motore elettrico, visto che il nostro paese da questo punto di vista era rimasto indietro. L’investimento è stato possibile grazie a fondi europei.

Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in

Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in. Arriva la versione Plug-in della macchina di punta per quanto riguarda la gamma Toyota Ibrida.Grazie al Plug-in questo modello di Toyota, riesce ad avere un’autonomia maggiore in modalità esclusivamente elettrica e si ricarica dalla presa elettrica di casa propria. La Toyota dichiara che la Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in è in grado di fare fino a 50 km in modalità elettrico, e di raggiungere una velocità massima di 135km/h durante la guida soltanto in EV. La nuova Prius Plug-in è dotata di ben due motori elettrici, uno ricarica le batterie e aiuta in accelerazione. Questo grosso passo avanti,, è stato fatto dal miglioramento del pacco batteria, più potente, e grazie alla miglior efficienza dei motori elettrici. La nuova Prius, implementa la tecnologia PHV, in grado di riscaldare la batteria, specialmente nei mesi rigiri invernali, riduce così l’utilizzo del motore termico anche a freddo e nelle accelerazioni più repentine, e grazie a questo nuova tecnologia la Toyota ha potuto installare sulla Prius un climatizzatore con pompa di calore a iniezione di gas. La Toyota Prius 1.8 Hybrid E-CVT Plug-in sarà in vendita da Giugno 2017 ad un prezzo indicativo di 40.000 euro

Volkswagen XL1 Ibrido Plug-in

Volkswagen produrrà la Volkswagen XL1, che grazie ad un sistema ibrido plug-in, sarà in grado di percorrere i primi 50 km ad emissioni zero, e i restanti 50 km con appena 1 litro di carburante, riuscendo così a far segnare un consumo sui 100 km di appena 1 litro. Dal punto di vista del design, sicuramente non è così accattivante, ma sicuramente non ha rivali in efficienza dinamica. Studiata con materiali leggeri, la carrozzeria è fatta di fibra di carbonio. Dotata di due motori, il motore termico è un TDI a due cilindri  da 48 CV, mentre il motore elettrico ha 27 CV, cambio a doppia frizione a 7 rapporti DSG, batteria agli ioni di litio. Velocità massima 160 km/h

Concept Car Lucid Air Berlina Elettrica

Lucid Air promette di riuscire a mettere su strada una berlina elettrica da ben 1000 Cv. sarà una Berlina Superlusso. Prometto una silenziosità mai udita prima, il tutto sarà realizzato alla accurata scelta dei materiale, e grazie anche ad un software appositamente studiato da loro, software di cancellazione attiva dei rumori che sfrutterà delle onde sonore in controfase emesse dalle casse dell’impianto stereo, sistema già utilizzato per ridurre la rumorosità interna dell’abitacolo in alcune auto già in circolazione oggi. Per vederla realizzata dovremo attendere almeno altri due anni

Concept Car Mercedes EQ Auto Elettrica

Mercedes EQ, questa sarà la sigla che mercedes ha deciso di dedicare alla futura linea di auto elettriche. Saranno prodotte inizialmente solo in Europa, negli impianti tedeschi di Brema, Rastatt, Sindelfingen e in quello francese di Hambach, in futuro a seconda della domanda e della richiesta, potrebbero essere prodotte in tutti gli altri stabilimenti del mondo. Avranno gli stessi standard qualitativi di tutte le altre auto Mercedes.
La Mercedes si era già affacciata nel mondo delle auto elettriche, con motori EV, dal 2007 con la Smart ED e, dal 2014, con la Mercedes Classe B Electric Drive, diventata nel frattempo B250e.
Entro il 2025, la mercedes ha in programma di produrre ben 10 modelli ad emissioni 0, dal segmento delle citycar ai grossi SUV, e si propone di vendere fino al 25% di auto elettriche del totale prodotto.